La Dieta del sonno

Monitorando il sonno dei partecipanti ad uno studio scientifico – tutti adulti e in buone condizioni fisiche – è emerso che chi dorme regolarmente un numero di ore maggiore – si intende circa dalle 8 alle 9 ore – riporta un Indice di Massa Corporea più basso (a parità di peso ed altezza) rispetto a chi dorme in media dalle 5 alle 7 ore per notte. Chi dorme di più dimagrisce, dunque, più facilmente e più facilmente rientra nella categoria “Normopeso” dell’IMC (o BMI: Body Mass Index).

Nello specifico i ricercatori hanno effettuato lo studio su un campione di 21 persone, tutte in buona salute ai quali sono state fornite delle indicazioni su come aumentare circa 45 minuti di sonno. Durante questa sessione, al gruppo di estensione sono stati forniti almeno 4 suggerimenti per poter allungare il loro tempo di dormita, comprese le informazioni sulla riduzione dell’ assunzione di caffeina e anche su come rilassarsi.

E’ emerso che tutti quei soggetti che erano riusciti in un qualche modo ad aumentare il tempo di sonno, hanno riferito di aver assunto 10 grammi in meno di zucchero e meno carboidrati durante il giorno.